Aquileia Film Festival: la guerra e l’archeologia violata

Aquileia Film Festival: la guerra e l’archeologia violata

25 Luglio 2017 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Si apre domani, mercoledì 26 luglio alle 21.00 l’ottava edizione dell’Aquileia Film Festival, la rassegna di cinema archeologico  realizzata dalla Fondazione Aquileia in collaborazione con Archeologia Viva e il Comune di Aquileia, con un’edizione che quest’anno si lega a filo doppio alla mostra “Volti di Palmira ad Aquileia” e  vuole esplorare da diverse prospettive, attraverso film e interviste con esperti, il tema del patrimonio culturale e dell’archeologia ferita.

Il commercio di antichi tesori d’arte come fonte di finanziamento di guerre e un commovente omaggio a Khaled al-Asaad, responsabile del sito di Palmira, trucidato dai miliziani dell’Isis; un viaggio in Egitto alla scoperta del tempio di Amenhophis III, la storia ultramillenaria della grandiosa Moschea di Jamé a Isfahan e la ricerca dell’antica Mahendraparvata, alle origini di Angkor: questi i temi dei film in concorso alla ottava edizione dell’Aquileia Film Festival.

E sabato 29 luglio una serata evento straordinaria abbinata alla mostra “Volti di Palmira ad Aquileia” con la prima italiana del film di produzione statunitense “Destruction of Memory” del regista australiano Tim Slade (sottotitolato in italiano) dedicato alla distruzione del patrimonio culturale nel mondo e la conversazione-intervista di Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva e Tim Slade, regista del film e Daniele Morandi Bonacossi, professore ordinario di Archeologia del Vicino Oriente all’Università di Udine e direttore della missione archeologica a Ninive in Iraq.

Ogni serata del Festival ospiterà incontri con studiosi e grandi divulgatori scientifici condotti sempre dal direttore di Archeologia Viva Piero Pruneti: mercoledì 26 luglio sarà nostro ospite l’archeologo Paolo Matthiae, scopritore della città di Ebla con cui parleremo di Palmira e di una sua possibile ricostruzione, giovedì 27 luglio  Giuliano Volpe, professore ordinario di archeologia all’Università di Foggia e presidente del Consiglio Superiore ‘Beni culturali e paesaggistici’ del MiBACT e venerdì 28 luglio ritornerà Alberto Angela per una conversazione a tutto tondo sul nostro patrimonio culturale.

Il 26-27-28 -29 luglio a partire dalle 21.00 verranno proiettati in piazza Capitolo, davanti alla maestosa Basilica dei Patriarchi, sei documentari scelti tra i capolavori della produzione internazionale a tema archeologico, storico, etnologico. Ancora una volta il pubblico sarà l’unico giudice dei film in concorso, tutti doppiati in italiano, e decreterà con il proprio voto il vincitore del Premio Aquileia, un pregiato mosaico realizzato dalla Scuola Mosaicisti del Friuli. Nell’intervallo tra i film, riproponendo la fortunata formula degli anni precedenti, troveranno spazio “sul muricciolo” davanti al battistero le conversazioni – intervista di Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva, con studiosi, scrittori e grandi divulgatori scientifici per far scoprire al pubblico la bellezza del sapere con un linguaggio semplice e accattivante.

Per il terzo anno, in collaborazione con Arbor Sapientiae, casa editrice e di distribuzione editoriale specializzata del settore storico-archeologico, verrà allestito in piazza Capitolo un bookshop che proporrà un’ampia scelta di titoli per appassionati e studiosi.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito e, in caso di pioggia, le proiezioni si svolgeranno nella Sala Romana affacciata su piazza Capitolo (capienza 240 persone: assegnazione posti con ritiro del numero a partire dalle 19.00 all’ingresso della Sala Romana).

 

Programma:

MERCOLEDÌ 26 LUGLIO ORE 21,00

Des trésors contre des armes/ Tesori in cambio di armi

Nazione: Germania/Belgio

Regia: Tristan Chytroschek

Durata: 51′

Anno di produzione: 2014

Produzione: A & O Buero Filmproduktion, Tristan Chytroschek

Conversazione con Paolo Matthiae a cura di Piero Pruneti

L’utopia possibile: ricostruire il Vicino Oriente

Khaled al-Asaad. Quel Giorno a Palmira

Nazione: Italia

Regia: Alberto Castellani

Durata: 23′

Anno di produzione: 2015

Produzione: Alberto Castellani

GIOVEDÌ 27 LUGLIO ORE 21,00

A la dècouverte du temple d’Amenhophis III / Alla scoperta del tempio di Amenhophis III

Nazione: Francia

Regia: Antoine Chènè

Durata: 54′

Anno di produzione: 2016

Produzione: Association des Amis des Colosses de Memnoz & Houring Sourouzian

Consulenza scientifica: Hourig Sourouzian

Conversazione con Giuliano Volpe a cura di Piero Pruneti
Un patrimonio protagonista

Die Freitagsmoschee von Isfahan. Tausend Jahre Islamische Kunst – La moschea del Venerdì di Isfahan. Mille anni di cultura islamica

Nazione: Iran

Regia: Rüdiger Lorenz¨ Faranak Djalali

Durata: 15’

Anno di produzione: 2015

Produzione: Rüdiger Lorenz Filmproduktion

VENERDÌ 28 LUGLIO ORE 21,00

Aux sources d’Angkor / Alle origini di Angkor

Nazione: Francia

Regia: Olivier Horn

Durata: 52′

Anno di produzione: 2015

Produzione: Gedeon Programmes

Assegnazione del Premio Aquileia

Conversazione con Alberto Angela a cura di Piero Pruneti

SABATO 29 LUGLIO ORE 21,00

The Destruction of Memory/La distruzione della memoria (fuori concorso)

Regia: Tim Slade

Anno di produzione: 2016

Durata: 80’

Produzione: Vast Productions (USA)

Conversazione con Tim Slade, regista del film e Daniele Morandi Bonacossi, professore ordinario di Archeologia del Vicino Oriente all’Università di Udine e direttore della missione archeologica a Ninive in Iraq.

A cura di Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva

Fonte: organizzatori