Home / Italia Patrimonio Mondiale / 5 dicembre a Castel del Monte, a 23 anni dall’iscrizione alla World Heritage List

5 dicembre a Castel del Monte, a 23 anni dall’iscrizione alla World Heritage List

Castel del Monte possiede un valore universale eccezionale per la perfezione delle sue forme, l’armonia e la fusione di elementi culturali venuti dal Nord dell’Europa, dal mondo Musulmano e dall’antichità classica. È un capolavoro unico dell’architettura medievale, che riflette l’umanesimo del suo fondatore: Federico II di Svevia”. Questa è la motivazione per cui, il 5 dicembre del 1996, il Comitato del Patrimonio Mondiale UNESCO riunito a Merida (Messico), ha inserito nella World Heritage List il Castello, fatto realizzare da Federico II di Svevia intorno al 1240.

Il sito di Castel del Monte celebra questa importante giornata con un ambizioso progetto, ispirato alla tradizione del Natale, che comprende la realizzazione di una prima esecuzione assoluta di un brano di musica contemporanea per Violoncello solo, del compositore Mattia Vlad Morleo (recentemente premiato per la colonna sonora del film-documentario “Santa Subito” del regista Alessandro Piva) e di alcune Suite di Bach per Violoncello solo eseguite dal violoncellista Mauro Paolo Monopoli (unico musicista italiano Laureate e Prizewinner nella storia del leggendario Tchaikovsky International young competition, il più importante concorso al mondo per giovani violoncellisti).

Per l’occasione il sito osserverà apertura straordinaria serale dalle ore 18.30 fino alle ore 21.30 (ultimo ingresso al pubblico ore 21.00).

About Direzione Rivista Siti Unesco

Check Also

“Matera da vergogna nazionale a orgoglio europeo”, il percorso di un luogo-non-luogo

La città di Matera non è solo un luogo d’Italia. E’ stato anche il non-luogo …