La Via Francigena: via della pace e del turismo lento

La Via Francigena: via della pace e del turismo lento

21 Aprile 2016 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Dal 28 al 30 aprile, a Fidenza e Piacenza, si festeggerà il 15° anniversario della fondazione dell’Associazione europea delle Vie Francigene (Aevf).

Nei tre giorni di lavori si terranno la firma della convenzione tra Regione e Conferenza episcopale per valorizzare la Via Francigena e gli altri antichi cammini dell’Emilia-Romagna e l’insediamento del Gruppo di coordinamento ministeriale per la candidatura a patrimonio Unesco dell’umanità della Francigena.

Le iniziative saranno aperte dalla firma della convenzione tra la Regione Emilia-Romagna e la Commissione regionale per il turismo, sport, tempo libero e pellegrinaggi della Conferenza Episcopale, rappresentate dall’assessore al Turismo e commercio Andrea Corsini e dal vescovo di Fidenza, monsignor Carlo Mazza. L’obiettivo è dare avvio ad un tavolo di lavoro congiunto per valorizzare il turismo religioso, premessa per la creazione di un circuito turistico regionale ad hoc.

A seguire si terrà la prima riunione del Gruppo di coordinamento per la candidatura Unesco della Via Francigena: la struttura ministeriale che raggruppa le istituzioni e i territori. Collante sarà l’Aevf, attraverso il convegno “Via Francigena, via di pace” organizzato per i suoi primi 15 anni di attività, cui prenderanno parte ospiti ed esperti internazionali, unitamente alla Regione Emilia-Romagna e ad una delegazione del Governo italiano.