Al Giardino di Boboli il censimento delle orchidee spontanee

Al Giardino di Boboli il censimento delle orchidee spontanee

2 Maggio 2022 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

I soci della Sezione fiorentina del G.I.R.O.S. (Gruppo Italiano Ricerca Orchidee Spontanee), a partire dal 2018, hanno eseguito un censimento sistematico delle orchidee spontanee che crescono all’interno del Giardino di Boboli. L’idea è scaturita dal desiderio di far conoscere e tutelare il patrimonio orchidologico dei giardini storici della Provincia di Firenze. Iniziando come di consueto da una indagine bibliografica e d’erbario si è appurato che la prima segnalazione di Orchidaceae in Boboli è del 1716 e compare nei manoscritti dell’illustre botanico P.A. Micheli, conservati presso la Biblioteca Botanica dell’Università di Firenze.

I dati raccolti indicano che il contingente orchidologico all’interno del Giardino di Boboli ammonta a 18 taxa (15 specie, tre varietà), afferenti a 7 generi. Il numero totale degli individui si stima, per difetto, superiore a 2300.

La presenza di una tale abbondanza di piante così peculiari come le orchidee spontanee in un parco pubblico cittadino, frequentato da migliaia di visitatori, testimonia la presenza di un ambiente naturale ben conservato che, nonostante gli interventi umani necessari al mantenimento delle strutture vegetali tipiche del giardino all’italiana, lascia spazio all’espressione di una notevole biodiversità.

Il G.I.R.O.S., che annovera soci italiani e di vari paesi europei, si occupa dal 1994 dello studio del patrimonio orchidologico Italiano ed Europeo e promuove la ricerca nel settore e la valorizzazione e tutela delle Orchidaceae e degli ambienti naturali che le ospitano, partendo dal censimento il più possibile dettagliato delle orchidee spontanee presenti sul territorio.

Il censimento in Boboli è stato possibile grazie alla disponibilità della direzione delle Gallerie degli Uffizi e della coordinatrice del giardino, e all’attività dei collaboratori tecnici per la messa in opera della tutela e conservazione del patrimonio orchidologico del parco fiorentino più conosciuto al mondo.

I risultati del censimento sono stati oggetto di un poster scientifico al raduno GIROS 2019 in Basilicata e di pubblicazioni sulla rivista scientifica “GIROS Orchidee Spontanee d’Europa”.

 

Fonte:  Galleria degli Uffizi