Comunità e conservazione per Edinburgh World Heritage

Comunità e conservazione per Edinburgh World Heritage

26 Febbraio 2021 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Edinburgh World Heritage ha lanciato un invito ai residenti a condividere i loro suggerimenti sui luoghi dove concentrare le future attività di conservazione. Parte degli sforzi rivolti alla “ricostruzione” della città post-COVID-19, Edinburgh World Heritage ha chiesto alla popolazione locale di aiutare a identificare i quartieri e i singoli edifici all’interno o nelle vicinanze del sito Patrimonio Mondiale che richiedono maggiore attenzione. Il finanziamento per il progetto proviene dal Programma di Finanziamento per la Conservazione del Patrimonio Mondiale di Edimburgo, progettato per valorizzare e proteggere il Patrimonio Mondiale della città. Il programma è supportato da Historic Environment Scotland ed è stato indicato dal progetto AtlaS.WH come esempio di best practice.

I proprietari e gli inquilini, sia residenziali che commerciali, sono stati invitati a suggerire singoli edifici e quartieri che ritengono necessitino di attenzione compilando un semplice modulo di feedback. Questo input consentirà decisioni informate su dove sono più necessari i fondi. A differenza del passato, l’Edinburgh World Heritage chiede ai residenti di suggerire quartieri che richiedono attenzione oltre ai singoli edifici. I progetti precedenti che hanno ricevuto sovvenzioni dall’Edinburgh World Heritage includono Well Court nel Dean Village, case popolari del XVII secolo nel Canongate, così come molte altre case e condomini.

Le proprietà commerciali che sono state conservate includono Poundsavers su South Bridge e The Milkman su Cockburn Street, tra i 50 negozi in tutta la città. Christina Sinclair, direttrice dell’Edinburgh World Heritage, ha affermato che “il valore del Conservation Funding Program risiede nell’impatto positivo che ha sulle persone, sul luogo e sull’industria. Il nostro team fornisce un supporto inestimabile a residenti e proprietari dall’inizio alla fine. Il lavoro di conservazione è svolto da architetti e commercianti altamente qualificati per garantire un elevato standard di lavorazione e l’investimento in posti di lavoro e materiali fornisce una spinta tanto necessaria all’economia. Non vediamo l’ora di sentire il pubblico su come questo programma possa supportare le comunità nelle aree di maggior bisogno “.

Cllr Neil Gardiner, Planning Convener, ha dichiarato: “Il lavoro di conservazione è così importante per preservare il patrimonio della nostra città e assicurarsi che i nostri edifici storici siano ben mantenuti. La città appartiene ai nostri residenti e quindi sono davvero lieto di vedere che il nostro partner che gestisce il sito del patrimonio mondiale di Edimburgo si sta impegnando con il pubblico per aiutarli a stabilire le priorità dove il lavoro è più necessario, così come città possiamo sfruttare al massimo i fondi disponibili. “

Fonte: Uff. Comunicazione atlaswh.eu