Dal Parco Archeologico dei Campi Flegrei, la voce del direttore per raccontare questo momento

Dal Parco Archeologico dei Campi Flegrei, la voce del direttore per raccontare questo momento

20 Marzo 2020 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

La suggestione della storia, le testimonianze dell’archeologia, la natura straordinaria e il mare: con questi elementi il Parco Archeologico dei Campi Flegrei si presenta al pubblico aderendo alla campagna “La cultura non si ferma”, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo, con lo scopo di aggregare e far crescere l’offerta del patrimonio culturale fruibile da casa. GUARDA IL VIDEO >>

E’ possibile godere di una prima “visita” al Parco grazie  video che mostra i luoghi che ospitarono, in età arcaica, la prima colonia greca del Mediterraneo Occidentale e, in epoca successiva, il più importante porto commerciale dell’Urbe e la più nota ‘località di vacanza’ della nobiltà romana. Si ‘vola’ sulle sette aree del Parco – Baia, Bacoli, Miseno, Cuma, il Lago di Averno, Liternum e Pozzuoli – tra templi, anfiteatri, grotte e necropoli, alla scoperta della bellezza sopra e sotto il mare, con i reperti subacquei.

In questo periodo in cui musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema sono chiusi a casa dell’emergenza coronavirus, il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti, mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il ‘backstage’ dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di conservazione, tutela, valorizzazione. Attraverso il sito e i propri profili social facebook, instagram e twitter il Ministero rilancia le numerose iniziative delle istituzioni pubbliche e private che hanno inviato i contributi video in occasione della maratona solidale “L’Italia chiamò”. Funge da data base – aggregatore complessivo di tutte le attività la pagina La cultura non si ferma https://www.beniculturali.it/laculturanonsiferma, in continuo aggiornamento, dove sono presenti altre iniziative dei luoghi della cultura della Campania.