Dolomiti Show, parola d’ordine “qualità”

Dolomiti Show, parola d’ordine “qualità”

13 Ottobre 2020 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Si è tenuto domenica 12 ottobre a Longarone Fiere,  l’edizione 2020 del “Dolomiti Show”,   vetrina tecnica per la promozione del turismo nelle Dolomiti Patrimonio Mondiale.

All’interno del programma, si è svolto il convegno “Dolomiti UNESCO: l’eccellenza incontra la qualità in agricoltura e nell’enogastronomia”, in apertura del quale è stato presentato il Report sul Turismo enogastronomico in Italia frutto di un’analisi condotta dalla professoressa dell’Università di Bergamo, Roberta Garibaldi.

Alla presentazione del report è poi seguita la Tavola rotonda a cura della Fondazione Dolomiti UNESCO, allo scopo di attivare un confronto sulla qualificazione dell’offerta turistica attraverso la valorizzazione dei prodotti locali, con la proposta di un’analisi del “Made in Dolomiti” attraverso un dibattito rivolto agli operatori del territorio, sia dell’ambito ricettivo che produttivo, per rafforzare il sistema territoriale dolomitico e aumentando il valore aggiunto regionale. Un’occasione per affermare come un territorio d’eccellenza come le Dolomiti debba sempre più essere in grado di fare sistema valorizzando le produzioni di alta qualità.

Hanno partecipano alla Tavola Rotonda Massimo Scalet dell’Agriturismo Dalaip dei Pape (Trentino), Mario Fiorentini del Rifugio Città di Fiume (Belluno), Chiara Santarossa dell’Azienda Agricola Saliet (Friuli Venezia Giulia), Gottfried Nagler della Fattoria Didattica Lüch da Murin (Alto Adige), il Presidente della Provincia di Belluno Roberto Padrin e Pierpaolo Zanchetta, referente per la Fondazione Dolomiti UNESCO della Rete delle Aree Protette. Le conclusioni della Tavola Rotonda sono state affidate al Presidente della Fondazione Dolomiti UNESCO Mario Tonina.

 

Fonte: Fondazione Dolomiti UNESCO