Istituto Centrale per il Restauro recluta 20 allievi aspiranti “Restauratori di beni culturali”

Istituto Centrale per il Restauro recluta 20 allievi aspiranti “Restauratori di beni culturali”

15 Luglio 2020 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

L’Istituto Centrale per il Restauro ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l’ammissione di 20 allievi al 71° Corso di diploma di durata quinquennale, equiparato alla Laurea magistrale a ciclo unico, in Conservazione e Restauro dei beni culturali (LMR/02), abilitante alla professione di “Restauratore di beni culturali” della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto Centrale per il Restauro, per le sedi di Roma (10 posti) e di Matera (10 posti) – Anno Accademico 2020/2021.

Per l’ammissione al concorso sono richiesti il diploma quinquennale (o quadriennale più anno integrativo) di istruzione secondaria superiore; la cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea e anche cittadini di Stati extracomunitari, purché dimostrino il possesso di un titolo di studio equipollente a quello richiesto.

I candidati già in sede di domanda dovranno scegliere fra tre percorsi:  “PFP 1 – Materiali lapidei e derivati; superfici decorate dell’architettura” (disponibili 10 posti presso la Sede di MATERA); “PFP 2 – Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture lignee; manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti” (disponibili 5 posti presso la Sede di ROMA) e “PFP 4 – Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe”  (disponibili 5 posti presso la Sede di ROMA).

L’esame di ammissione consiste in: a) prova grafica; b) test attitudinale pratico – percettivo; c) prova orale; d) prova di conversazione in lingua italiana (associata alla prova orale), riservata esclusivamente ai candidati cittadini stranieri.

Maggiori informazioni sono disponibili sul bando >>

Il modulo di domanda>>

 

Fonte: Istituto Centrale per il Restauro