L.77/2006, residui dei fondi non assegnati tornano a bando

L.77/2006, residui dei fondi non assegnati tornano a bando

18 Maggio 2021 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

In data 14 maggio 2021 ai sensi dell’art. 1 del Decreto ministeriale 4 dicembre 2020, n. 567, Individuazione degli interventi a favore dei Siti e degli Elementi italiani ai sensi dell’art. 4, comma 1, della legge 20 febbraio 2006, n. 77 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti e degli elementi italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale, posti sotto la tutela dell’UNESCO , tenuto conto della sussistenza di residui non assegnati è stato emanato un nuovo “avviso del Segretario Generale prot. 7986 per la presentazione delle richieste di contributo a valere sui fondi della legge 20 febbraio 2006, n. 77, EF 2020”.
Le richieste dovranno essere inoltrate per PEC all’indirizzo mbac-legge77@mailcert.beniculturali.it entro il 31 luglio 2021 e dovranno essere compilate secondo le modalità stabilite dall’avviso allegato.
Eventuali chiarimenti possono essere richiesti per iscritto all’indirizzo mail legge77.unesco@beniculturali.it .

Si invita altresì alla consultazione delle FAQ .

Avviso prot. SG 7986_ del 14 maggio 2021.

ALLEGATI
– Allegato 1 – Modello di richiesta;
– Allegato 2 – Modello resoconto spesa;
– Allegato 3 – Spese ammissibili;

DOCUMENTI
– Legge 77/2006 – così come modificata dalla Legge 8 marzo 2017, n. 44;
– Circolare del Segretario Generale 28 maggio 2019, n. 24, prot.7786;
– DM 4 dicembre 2020, n. 567;
– FAQ.

 

Fonte: Ministero della Cultura