La tratta delle donne della Nigeria nel progetto INSigHT

La tratta delle donne della Nigeria nel progetto INSigHT

16 Ottobre 2019 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Si terrà a Padova il 21 ottobre 2019 (h. 9.00-17.30, Sala Paladin, Comune di Padova) il Seminario “Vulnerabilità e resilienza delle donne nigeriane intrappolate nei circuiti di tratta: tra domande di sicurezza e lotta alla criminalità” organizzato dalla Cattedra Unesco SSIIM nell’ambito del progetto INSigHT- Building Capacity to deal with Human Trafficking and Transit Routes in Nigeria, Italy, Sweden

Inserito tra gli eventi della settimana anti-tratta, l’incontro è pensato per informare e sensibilizzare operatori pubblici e del privato sociale, forze dell’ordine, ricercatori e comuni cittadini sulle condizioni di vulnerabilità e resilienza delle donne di origine nigeriana intrappolate in circuiti di tratta degli esseri umani. Lo scopo è quello di de-strutturare gli stereotipi esistenti, che spesso si traducono in richieste di interventi anti-prostituzione/anti-accattonaggio da parte delle forze dell’ordine, alimentate dall’idea che con la repressione – anziché con la comprensione delle cause e la prevenzione – si possa garantire ordine pubblico e sicurezza.

Aprirà i lavori, portando i saluti istituzionali del Comune di Padova, l’Assessora ai Servizi Sociali Marta Nalin. La coordinatrice della Cattedra Unesco SSIIM dell’Università di Venezia (capofila del progetto INSigHT) e la presidente della cooperativa Equality di Padova (partner), presenteranno quindi il progetto INSigHT e le sue tre componenti (ricerca-azione, formazione/capacity building e sensibilizzazione), sulle quali si sta lavorando a cavallo tra Italia (Veneto), Nigeria (Lagos e Edo State) e Svezia.

Seguiranno tre sessioni di lavoro – coordinate da ricercatrici della Cattedra SSIIM – che affronteranno il tema oggetto del seminario da prospettive diverse pur se in continuo dialogo: la prima, avrà come relatori ricercatori di 3 università (Milano Bicocca, Cà Foscari di Venezia e Università di Messina) che da anni lavorano su temi quali la sicurezza e le politiche territoriali, questioni di genere, populismi e resistenze urbane. Nella seconda parte della mattinata saranno invece riportate esperienze, approcci e conoscenze delle forze dell’ordine con interventi della Questura di Padova e della Polizia Municipale di Verona. Questioni giudiziarie e legali saranno invece affrontate dal magistrato David Mancini della Procura della Repubblica di l’Aquila e dall’avvocato Marco Ferrero dell’ASGI. Nel pomeriggio sarà la volta del numero verde anti tratta, delle mediatrici, giornaliste e antropologi che affronteranno il tema degli immaginari rispetto alle comunità nigeriane. La giornata si concluderà con un documentario che affronta i temi discussi decostruendo alcuni stereotipi relativi alla Nigeria e alla sua popolazione, seguito da un dibattito con la cittadinanza e gli invitati.

Il seminario è gratuito e aperto a tutti/e coloro che siano interessati a saperne di più sul tema.  Sarà richiesto il riconoscimento dei crediti per la Formazione Continua degli Assistenti Sociali