Al via il secondo ciclo de “Le  Bussole”, webinar della Fondazione Scuola dei beni culturali

Al via il secondo ciclo de “Le Bussole”, webinar della Fondazione Scuola dei beni culturali

21 Aprile 2021 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Torna su fad.fondazionescuolapatrimonio.it il ciclo di webinar gratuiti Le bussole: aperto a tutti gli interessati, il ciclo che la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali propone annualmente, vuole offrire un luogo di incontro, sia pur virtuale, tra i professionisti del patrimonio culturale per condividere visioni, conoscenze e prospettive.

L’edizione 2021 de Le bussole, dal titolo Praticare la sostenibilità: patrimonio culturale e Agenda 2030vuole contribuire, attraverso suggestioni e prospettive di intervento, ad una divulgazione e valorizzazione di qualità degli obiettivi e dei principi che animano Agenda 2030, il programma per lo sviluppo sostenibile del pianeta. Nei 17 obiettivi e 169 target manca un espresso riferimento alla cultura. Da più parti si sono levate voci autorevoli a rimarcare questa assenza, ma allo stesso tempo sono fioriti studi, indagini e riflessioni tesi a dimostrare la rilevanza della dimensione culturale per il raggiungimento degli obiettivi. E questo non solo perché alcuni obiettivi richiamano immediatamente i contesti e il ruolo della cultura nella società, ma perché più in generale patrimonio culturale e paesaggio sono ambiti indispensabili verso la transizione auspicata e mediatori privilegiati dei valori espressi nell’Agenda 2030.

Non solo “Istruzione di qualità”, quindi. I principi sottesi all’Agenda 2030 e la stretta interdipendenza tra tutti i 17 obiettivi e tra i relativi target trovano più di un punto di contatto con la natura polisemica del patrimonio culturale e con l’immanenza del paesaggio, parte della vita quotidiana di ciascuno di noi.

Due conferenze introduttive aprono il ciclo.  Guido Traversa, con un richiamo alla responsabilità individuale e collettiva per il raggiungimento degli obiettivi e alla dimensione etica come tratto distintivo di chi opera nel e per il patrimonio culturale. E Michela Rota, sul ruolo chiave dei luoghi della cultura per un futuro sostenibile.
Seguono ogni mercoledì i contributi di Antonella Agnoli, Carlo Tosco, Antonio Lampis, Flavia Barca, Alessandra Gariboldi, Michele Lanzinger, Andrea Sardo, Pietro Laureano, Simona Bodo, Joan Roca i Albert, Alberto Magnaghi, Paolo Vitti, Fabio Pagano, Silvia Costa, Gabriele Nissim e Patrizia Violi, Michelangelo Pistoletto.

Guarda il programma >>

 

Fonte: Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali