Home / Cultura e Culture / Musei, patrimonio culturale ed evoluzione sociale

Musei, patrimonio culturale ed evoluzione sociale

L’attuale definizione di museo di ICOM risale agli Anni Settanta del secolo scorso ed è stata aggiornata nel 2007. Preso atto dei grandi cambiamenti nel ruolo globale dei musei “al servizio della società e del suo sviluppo”, ICOM ha deciso di aprire un dibattito sulla revisione dell’attuale definizione di museo. A tale scopo ha costituito lo Standing Committee on Museum Definition, Prospects and Potentials (MDPP). MDPP e ICOFOM – l’International Committee di ICOM per la museologia hanno aperto un dibattito sul ruolo sociale dei musei del XXI secolo e sui grandi trend di cambiamento globale che ha coinvolto migliaia di professionisti museali di tutto il mondo. MDPP ha chiesto alla comunità museale di proporre possibili riformulazioni della definizione di museo di ICOM: se ne discuterà alla Conferenza Generale di ICOM, che si terrà a Kyoto nella prima settimana di settembre 2019.

L’8 maggio scorso, quindi, si è tenuta una Giornata di Studio organizzata da ICOM Italia e dall’Università degli Studi di Milano, durante la quale sono stati raccolti contributi della museologia italiana a questa discussione internazionale: nello spirito di condivisione che caratterizza l’attività del Comitato Italiano era stato precedentemente costituito un Gruppo di Lavoro dedicato a questo tema e avviato un interessante percorso di confronto partecipato che ha coinvolto Coordinamenti regionali e Commissioni tematiche.

Durante la giornata di lavori si è parlato del museo in evoluzione e dopo ampia discussione è stata prodotta la sintesi di quanto emerso. La definizione pubblicata insieme ad altre 267 proposte da tutto il mondo, mette così in luce alcune parole chiave del dibattito in atto in Italia:

“Il Museo è un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, accessibile, che opera in un sistema di relazioni al servizio della società e del suo sviluppo sostenibile. Effettua ricerche sulle testimonianze dell’umanità e dei suoi paesaggi culturali, le acquisisce, le conserva, le comunica e le espone per promuovere la conoscenza, il pensiero critico, la partecipazione e il benessere della comunità.”

A museum is a permanent, accessible, non-profit institution, which operates in a system of relations to serve society and its sustainable development. It researches, acquires, conserves, communicates and exhibits the heritage of humanity and its cultural landscapes. It promotes learning and responsibility, critical thinking, participation and wellbeing in the community.

E’ stato inserito il concetto di accessibilità, tema che in Italia è stato oggetto di puntuale approfondimento e che ha portato all’approvazione di una circolare di riferimento del MIBAC; di sistema di relazioni nel quale il museo opera; si è affiancato alla parola sviluppo il concetto fondamentale di sostenibilità facendo implicito riferimento ai 17  Sustainable Development Goals. L’oggetto dell’azione museale si è esteso dalle testimonianze dell’umanità (materiali, immateriali, naturali, e digitali) ai paesaggi culturali. Le cinque funzioni rimangono inalterate poiché espressione della concreta pratica museale. La sezione degli scopi, quella finale, è stata ampliata inserendo concetti di largo respiro e le ampie sfide in atto per i Musei: promuovere la conoscenza, il pensiero critico, la partecipazione e il benessere della comunità, quest’ultimo concetto, oggetto di vivace confronto, tenta di sostituire l’idea di diletto.

La traduzione è frutto di una collaborazione con il Dipartimento di lingue e letterature straniere dell’Università degli Studi di Milano. Il Comitato MPP presenterà la nuova definizione internazionale a settembre alla General Conference di ICOM a Kyoto.

About Direzione Rivista Siti Unesco

Check Also

Il rapporto fra Canova e Roma in mostra a Palazzo Braschi

Si è aperta ieri la mostra-evento incentrata sul legame tra Antonio Canova e la città …