Palazzo Gonzaga fra restauri e attività conservative con il sostegno di enti privati

Palazzo Gonzaga fra restauri e attività conservative con il sostegno di enti privati

13 Novembre 2020 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Il complesso museale di Palazzo Gonzaga è una fucina di attività: solo due mesi fa è stato presentato il restauro delle sei lavagne di Domenico Fett e, poco dopo, è stata la volta degli arazzi raffaelleschi , in occasione dell’apertura della mostra “Raffaello trama e ordito”, i cui lavori sono tutt’ora in corso.

Il grande complesso monumentale vive soprattutto di conservazione preventiva e programmata, su opere famose ma anche su quelle meno note,  piccole e costanti azioni di manutenzione  che consentano di ricucire con coerenza le trame di un racconto organico nel tempo.

Ad oggi, sono diverse le attività in corso che vedono come vincente la sinergia fra pubblico e privato, negli intenti come nel sostegno economico. La ditta Archè Restaurdi, grazie ad un al finanziamento di Banca Intesa Sanpaolo , sta curando il restauro del polittico di Cima da Conegliano, mentre i lavori di restauro sui dipinti di Francesco Maria Raineri e Siro Baroni sono realizzati grazie al supporto della Società per il Palazzo Ducale. 

Interessante è anche il lavoro di consolidamento intonaci della Sala dei Fiumi,  decorata negli anni Settanta del Settecento da Gaetano Crevola, autore dell’intelaiatura a berceaux, e da Giorgio Anselmi, al quale spettano tutte le parti figurative.  L’intervento è stato eseguito dal funzionario restauratore Daniela Marzia Mazzaglia.

Grazie al finanziamento di Coop Alleanza 3.0, con il progetto “Opera Tua”, sono appena partite con destinazione laboratorio di restauro le stoffe del letto a baldacchino di Beatrice d’Este per le opere di restauro della manifattura francese nell’Appartamento dell’Imperatrice di Palazzo Ducale: l’intervento sarà effettuato dalla ditta Texstile, Ilaria Mensi, di Verona.

La manutenzione programmata è stata portata avanti nel periodo autunnale anche con lo “spettacolare” intervento della Formento, ditta specializzata in lavori in fune. Sono stati effettuati numerose attività conservative su tetti e camini, per rimuovere ogni possibile rischio e per avere miglior conoscenza del complesso, straordinario sistema di coperture di Palazzo Ducale. Partendo da necessarie operazioni di messa in sicurezza, anche su porzioni di coperto normalmente poco accessibili, si è intervenuto rispettosamente su una estesa superficie per preparare i manti della reggia alle condizioni invernali. La modalità di lavoro si è rivelata agile e pratica e ha permesso di ispezionare e agire dove normalmente si lavorerebbe in maniera tradizionale con il montaggio di grandi impalcature. Il lavoro è stato eseguito dalla  .

Inoltre, si stanno concludendo inoltre interventi di manutenzione delle pavimentazioni in acciottolato lungo l’esterno e nelle piazze storiche inserite all’interno del perimetro di Palazzo Ducale. L’intervento manutentivo, che ha preso avvio in estate, è in fase di completamento: ha riguardato alcune centinaia di metri quadrati di pavimentazione ed è stato realizzato da una ditta di Bergamo, Appia Antica.

Sono ultimati i lavori di restauro e riqualificazione degli ambienti a piano terra della Palazzina della Rustica, comprese le volte che affacciano sul Cortile della Cavallerizza. Le opere sono state eseguite da CP Impresa Edile di Caldana geom. Paolo di Povegliano Veronese con finanziamenti pubblici legge 190/2014, Fondo per la tutela del patrimonio culturale.

 

Fonte: Ufficio stampa Palazzo Ducale