Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei palcoscenico Jazz

Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei palcoscenico Jazz

22 Marzo 2021 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Dal 22 marzo il Parco Archeologico dei Campi Flegrei torneranno ad essere palcoscenico d’eccezione per i migliori artisti Jazz della scena contemporanea, che porteranno la loro musica on line sul canale del Pozzuoli Jazz Festival

Artisti d’eccezione, del mondo jazz contemporaneo e non solo, si sono esibiti in alcuni suggestivi siti per regalare momenti unici di musica con la visione di bellezze straordinarie, di luoghi storici e paesaggistici del territorio flegreo. Un’occasione importante per poter continuare a godere delle emozioni delle arti, in questo momento di sospensione delle attività dal vivo e di chiusura dei luoghi di cultura, a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

Carmine Ioanna, straordinario fisarmonicista, all’Anfiteatro Flavio, Pozzuoli; Eleonora Strino, talento assoluto chitarra jazz, al c.d. Tempio di Serapide, Pozzuoli; Marco De TillaVirginia Sorrentino, speciale coppia di artisti (contrabbasso e voce), al Rione Terra, Pozzuoli; Pietro Condorelli, grande maestro e docente di chitarra jazz al Conservatorio di Napoli, al Museo archeologico dei Campi Flegrei, Castello di Baia; Daniele Sepe, straordinario sassofonista, alla Piscina Mirabilis, Bacoli; Flo, singolare e accattivante talento vocale, alle Antiche Terme romane di Baia, Bacoli.

Dal 22 marzo sui canali social (fb e youtube) dell’Associazione Jazz and Conversation, saranno on-line ogni quindici giorni, le registrazioni delle performance realizzate in questo periodo di lockdown.

Il progetto e la produzione sono a cura dall’Associazione di Promozione Sociale “Jazz and Conversation”, impegnata da anni a manifestare la cultura nei Campi Flegrei, attraverso un percorso in cui la musica incontra il territorio ed è capace di fare del monumento, della sua storia e del suo paesaggio, un vero e proprio tempio della musica.

Il format proposto, curato da A.M.A. Archeo, Music & Arts, tre parole che racchiudono il senso del nuovo format musicale e artistico nei siti archeologici e monumentali dei Campi Flegrei. Un incontro tra arte, musica e archeologia da fruire on-line. si è concretizzato grazie alla collaborazione del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, che ha consentito la realizzazione dei numerosi eventi nei siti archeologici flegrei.

L’obiettivo, oltre a quello di contribuire alla diffusione delle manifestazioni culturali che non è stato possibile svolgere in presenza a causa della pandemia, è anche quello di dare un piccolo, ma concreto e immediato, sostegno al settore dello spettacolo dal vivo che, da oltre un anno, ha visto interrotte le proprie attività.

Si ringraziano, inoltre, per il Patrocinio morale e per la disponibilità logistica la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli,  il Comune di Pozzuoli, il Comune di Monte di Procida e il Comune di Bacoli