“SITI” si trasferisce al Salone del Restauro di Ferrara

“SITI” si trasferisce al Salone del Restauro di Ferrara

5 Aprile 2016 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

SITI –  Quotidiano dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco si presenta al pubblico italiano ed internazionale alla XXIII edizione del Salone del Restauro di Ferrara, salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali.

Durante i tre giorni del Salone, dal 6 all’8 aprile, SITI trasferisce la sua redazione presso la Fiera di Ferrara, location della manifestazione, che sarà operativa presso lo stand dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco assieme al Comune di Ferrara nel Padiglione 3.

Con l’intenzione di partecipare in maniera attiva alla vita e ai processi politici che riguardano il mondo della cultura, SITI ha organizzato per giovedì 7 aprile alle ore 16.30 (Sala Ariostea – Pad. 5) la tavola rotonda “Cambiamo aria. Porte aperte nei musei”, inserita nell’ambito del progetto internazionale “La città dei musei. Le città della ricerca”, a cura scientifica di  Letizia Caselli.

Al Salone del Restauro 2016,  il Sistema Museale Italiano, in tutta la sua interezza e complessità, troverà uno luogo speciale di confronto e studio in MUSEI / MUSEéS / MUSEUMS, la nuova proposta del primo spazio creativo aperto per la presentazione di progetti di ricerca nazionali e internazionali sui musei, creato con gli auspici del MiBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Con la tavola rotonda “Cambiamo aria. Porte aperte nei musei”, si vuole fare luce sul complesso rapporto fra la città, come organismo complesso, e i suoi musei, non solo luoghi di didascalica raccolta di conoscenza ma elementi vivi e reattivi, che entrano a far parte delle esperienze globali della cittadinanza.  Ferrara, patria degli Estensi, della Metafisica e di tanti altri strati che appartengono alla sua identità storica, quale immagine culturale vuole dare di sé oggi?

Ne parleranno in modo interdisciplinare amministratori della cultura, docenti universitari, presidenti di associazioni di tutela e conservazione del patrimonio artistico e naturale, managers di imprese della cultura. Introduce il confronto Letizia Caselli, interverranno Massimo Maisto, assessore alle Politiche culturali del Comune di Ferrara, Patrizia Fiorillo, docente di Arti visuali, Università degli Studi di Ferrara, Martina Bagnoli, direttore delle Gallerie Estensi, Michele Pastore, presidente della Ferrariae Decus – Associazione per la tutela del patrimonio storico e artistico di Ferrara e la sua provincia, Antonio Scuderi, fondatore e CEO di Capitale Cultura  e Gianni Venturi,  presidente dell’Associazione Amici dei musei e monumenti ferraresi.  Modera i lavori Ingrid Veneroso, coordinatrice editoriale di Siti – Quotidiano dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco.