Un gioco da tavolo per scoprire Ravenna e il suo Patrimonio Mondiale

Un gioco da tavolo per scoprire Ravenna e il suo Patrimonio Mondiale

14 Dicembre 2020 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Si chiama “Il mondo in tasca. Ravenna e le sue frazioni” l’originale creazione ideata dal ravennate Michele Fenati, su suggerimento del sindaco Michele de Pascale, dedicata alla città di Ravenna e al suo territorio. Il gioco verrà distribuito nelle scuole e in tutti i luoghi di aggregazione cittadini, ma anche posto in vendita in alcuni negozi. 

Partendo dal presupposto che il Comune di Ravenna è il più vasto d’Italia dopo Roma, con oltre 50 frazioni che hanno un’importanza economica, commerciale, culturale a volte sconosciuta ai più, Fenati ha deciso di rendere protagonisti Ravenna e il suo territorio seguendo il format della sua precedente creazione “Il mondo in tasca: città d’Italia”. Da qui prende vita “Il mondo in tasca. Ravenna e le sue frazioni”, composto da 52 carte corrispondenti ad altrettante frazioni, contenenti una foto e le principali caratteristiche di ognuna di esse (abitanti, densità, superficie, altitudine e distanza da piazza del Popolo). Sono tre i possibili modi di giocare, dal più semplice “pela città” al “saputello”, simile a un gioco da tavolo. Il cofanetto, che contiene al proprio interno la cartina del Comune, è arricchito da 20 carte informative su Ravenna: una carta “Ravenna Città”, 5 carte “Aree Naturali”, 8 carte Monumenti Patrimonio Mondiale dell’Unesco, 4 carte “Borghi e Quartieri”, una carta “Porto Industriale” e una carta dedicata a “Dante Alighieri”.

L’iniziativa è nata dalla sinergia tra gli assessorati alla Pubblica istruzione e alle Attività produttive che, riconoscendo il valore educativo del gioco, hanno deciso di donarlo alle scuole primarie e secondarie di primo grado di tutto il territorio comunale in occasione del Natale. Una strenna natalizia, prodotta da Taka Tuka snc, con il sostegno del Comune di Ravenna e del Credito Coooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese, che darà la possibilità a bambini e bambine e ragazzi e ragazze di conoscere meglio non solo la città ma anche le sue 52 frazioni, ognuna con la propria identità.

Le confezioni del gioco saranno consegnate alle direzioni scolastiche dei 12 istituti comprensivi che insistono sul territorio del Comune di Ravenna, statali e paritari, coinvolgendo gli alunni e le alunne dagli 8 ai 13 anni: si parte dalla classe 3ª della scuola primaria fino alla 3ª delle scuole secondarie di 1° grado, che riceveranno due giochi per classe.

L’Amministrazione comunale ha acquistato un totale di 1000 confezioni del gioco, di queste 740 saranno destinate alle scuole, per un totale di 370 classi, mentre le restanti saranno distribuite prossimamente alle biblioteche decentrate, al Centro per le famiglie, ai centri didattici e ai centri giovani.

“Giocando insieme bambini e bambine, ragazzi e ragazzi, avranno la possibilità di conoscere meglio il territorio in cui vivono, ma anche l’intera comunità di cui sono cittadini e cittadine – ha commentato il sindaco di Ravenna Michele de Pascale, insieme all’assessore alle Attività produttive Massimo Cameliani e all’assessora alla Pubblica istruzione e infanzia Ouidad Bakkali. In ogni luogo del territorio si può trovare un monumento, una piazza, un ricordo, che insieme contribuiscono a rendere Ravenna una comunità straordinaria. Il gioco potrà essere utilizzato come strumento di conoscenza e didattica, offrendo spunti per approfondire argomenti come la geografia territoriale, la storia o l’ambiente. Sarà anche l’occasione per esplorare Ravenna e il suo forese in tutta la sua interezza, scoprendo da vicino tutte le eccellenze che la circondano”.

Fonte: Comune di Ravenna