Un comitato scientifico per la gestione delle Colline del Prosecco Patrimonio Mondiale

Un comitato scientifico per la gestione delle Colline del Prosecco Patrimonio Mondiale

15 Giugno 2020 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

E’ stato nominato venerdì scorso il comitato scientifico per l’Associazione Patrimonio delle colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene guidato del presidente Marina Montedoro, che ha come obiettivo la gestione del sito Patrimonio Mondiale.
Il Comitato sarà formato dal professor Mauro Agnoletti della scuola di agraria dell’università di Firenze (nominato in rappresentanza della Regione Veneto); Giuseppe Blasi, capo dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale (nominato in rappresentanza del Ministero delle politiche agricole); i professori Amerigo Restucci e Enzo Miceli dello Iuav; Vasco Boatto dell’Università di Padova e Ugo Soragni, direttore generale della direzione generale Musei Mibact (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) scelti dal consiglio direttivo dell’associazione. Presidente del Comitato sarà Restucci, coordinatore del comitato scientifico promotore della candidatura.

“In questo momento storico la giusta valorizzazione del territorio è ancor più indispensabile e strategica. È il volano per risollevare e rilanciare il turismo. La nomina del comitato scientifico che affiancherà l’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene assicura il lavoro di sei componenti di spessore, grande esperienza e indiscusso valore che sapranno dare il loro importante contributo nella gestione e conservazione del sito Unesco – ha commentato Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto – Si tratta di sei figure accademiche e dirigenziali di alto profilo e assoluta competenza, tutti protagonisti del percorso verso il riconoscimento del sito, l’ottavo nella nostra regione”.

Fonte: Regione Veneto