Verso la Capitale Italiana della Cultura: 9 finaliste su 10 sono UNESCO

Verso la Capitale Italiana della Cultura: 9 finaliste su 10 sono UNESCO

17 Novembre 2016 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Sono state presentate pochi giorni fa le dieci città che concorreranno alla “finalissima” per l’assegnazione del titolo di Capitale Italiana della Cultura 2018. I centri che hanno convinto con i loro progetti la giuria presieduta da Stefano Baia Curioni, scelti fra i 21 totali, hanno quasi tutti una caratteristica comune: tralasciando Alghero, infatti, queste città sono tutte collegate alla lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

Aquileia, le cui vestigia archeologiche sono diventate sito UNESCO nel 1998, Comacchio che è la capitale sull’acqua del sito UNESCO composito di Ferrara, Città del Rinascimento e il suo Delta del Po (1995-97), Erice  – Comune della Val di Noto, patrimonio UNESCO dal 2002, Ercolano patrimonio UNSCO dal 1997, Montebelluna che si candida a patrimonio UNESCO con le colline del Prosecco, Palermo nella WHL dal 2015, Recanati, Settimo torinese comune che ricade nelle Aree Protette del Po e della Collina Torinese riserva di biosfera Unesco da pochi mesi e Trento, punto di partenza per le Dolomiti, sito UNESCO DAL 2009. 

Alla vincitrice verrà assegnato un contributo di 1 milione di euro e l’esclusione delle risorse investite nella realizzazione del progetto dal vincolo del patto di stabilità. Il titolo è stato istituito dalla legge Art Bonus sulla scia della vasta e virtuosa partecipazione di diverse realtà italiane al processo di selezione per individuare la Capitale europea della cultura 2019.

“Abbiamo ricevuto molte proposte di elevata qualità – riferisce il presidente Baia Curioni – a dimostrazione che le città candidate hanno saputo combinare insieme cultura, partecipazione e creazione di capitale sociale. È il segno che anche grazie alla Capitale italiana della Cultura la capacità di sviluppare progetti integrati è cresciuta su tutto il territorio nazionale”. 

La commissione proclamerà quale fra quelle prescelte la Capitale italiana per il 2018 a fine gennaio.