Villae da record per questo inizio d’anno

Villae da record per questo inizio d’anno

14 Febbraio 2020 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Con l’inizio del nuovo anno  l’Istituto autonomo Villa Adriana e Villa d’Este – Villae  ha registrato un afflusso record di visitatori: nel mese di gennaio 2020 i siti afferenti all’Istituto, infatti, hanno accolto complessivamente 28.325 visitatori,  9007 persone in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando le presenze si erano attestate  a 19.318.

A comunicarlo è lo stesso  Istituto, che ha registrato questi incrementi:

-Villa Adriana + 35%;

-Villa d’Este + 48%;

-Santuario di Ercole Vincitore + 68%.

Si tratta di numeri  importanti che confermano il gradimento dei visitatori, con una media di circa mille presenze al giorno.  Già nel 2019 le Villae si sono dimostrate una destinazione ambita grazie allo straordinario patrimonio e all’intensa proposta culturale. I visitatori totali sono stati  713751, mentre l’esposizione di punta dell’Istituto, Eva vs Eva (11 maggio – 3 novembre 2019), ha registrato 288.055  presenze.

“Tutto questo – ha sottolineato il direttore, Andrea Bruciati – è il risultato dello sforzo compiuto negli ultimi tempi per lo sviluppo delle attività culturali e per una migliore gestione del patrimonio e delle risorse umane. Un grazie doveroso da parte mia a tutto il personale dell’Istituto, senza il quale questi risultati non sarebbero stati raggiunti”.

Nel frattempo è già  iniziata la nuova stagione espositiva delle Villae con la mostra Après le deluge: viaggio fra opere riemerse e misconosciute (Villa d’Este, 10 febbraio – 16 marzo e Santuario di Ercole Vincitore, 10 febbraio – 31 maggio) e l’anno si preannuncia denso di novità.