Arriva “Wonders”, la piattaforma turistica di Autostrade per l’Italia

Arriva “Wonders”, la piattaforma turistica di Autostrade per l’Italia

9 Giugno 2022 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Scoprire le meraviglie d’Italia guidati da ‘Wonders’ una piattaforma di Autostrade per l’Italia (Aspi) multicanale che raccoglie i contributi di partner come la Commissione nazionale italiana per l’Unesco, il Touring Club Italiano, WWF e Slow Food Italia, gli Enti territoriali e i viaggiatori stessi.

Il progetto è stato presentato a Palazzo Borromeo, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede Francesco Di Nitto, e, tra gli altri, del Ministro della Cultura Dario Franceschini, l’Amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi, il Presidente del Touring Club Franco Iseppi, la Presidente WWF Italia Donatella Bianchi, l’A.d di Slow Food Editore Carlo Bogliotti.
Wonders accompagna il viaggiatore “nei diversi momenti del viaggio, dalla pianificazione all’arrivo, attraverso un ecosistema di strumenti digitali e di touchpoint fisici lungo la rete autostradale e nelle aree di servizio, con l’obiettivo di creare una community che racconta e condivide le proprie esperienze di viaggio”, è stato spiegato. 

Le informazioni possono essere anche personalizzate in base all’itinerario e ai desiderata, a partire da un ampio database (siti culturali, naturalistici ed enogastronomici) di centinaia di esperienze collegate dalla rete autostradale. Wonders conta oltre 300 podcast registrati con le voci di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, che raccontano esperienze culturali, naturalistiche ed enogastronomiche. A disposizione dei viaggiatori anche un calendario di eventi territoriali con più di un migliaio di proposte, costantemente aggiornate grazie al contributo di enti, associazioni territoriali e utenti, con focus dedicati a esperienze di viaggio sostenibili, mostre, feste, sagre e festival. Sulla piattaforma sono presenti, inoltre, esperienze speciali come la Villa dei Volusii, un complesso residenziale appartenente alla colonia romana di Lucus Feroniae, rinvenuto nel 1961 durante i lavori di costruzione dell’Autostrada del Sole. Il sito verrà valorizzato da Autostrade per l’Italia che – grazie all’accordo con il MIC e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Viterbo e per l’Etruria meridionale – permetterà di visitare quotidianamente la Villa. Tra le centinaia di tappe segnalate, inoltre, le ciclabili lungo il Po, le Cinque Terre e la via dei Santuari, le delizie Dop sul territorio, Castel del Monte o l’Oasi di Grotte del Bussento

L’obiettivo del progetto è quello di creare una community di viaggiatori che racconti e condivida le proprie esperienze di viaggio attraverso audio, video, foto, testi, quindi una rete capace di stimolare la visita anche dei luoghi meno conosciuti ma di grande valore storico, culturale, naturale. Il filo conduttore di questa esplorazione sarà la grande rete autostradale italiana, che consente di raggiungere anche località poco note ma attraenti al pari delle destinazioni di viaggio più comuni.
Il Ministro Franceschini nel suo intervento ha evidenziato come la spinta verso la promozione dei luoghi al di fuori dei tradizionali itinerari culturali e turistici si allinei alle politiche di gestione del turismo che è necessario attuare per rispondere al ben noto problema dell’overtourism nei luoghi più conosciuti. Anche i finanziamenti europei si muovono lungo questa direttrice, riservando una particolare attenzione ai piccoli borghi e all’edilizia rurale.

 

Fonte: ONU.it