I cittadini del sito UNESCO di Napoli raccontano i Mestieri del Patrimonio

I cittadini del sito UNESCO di Napoli raccontano i Mestieri del Patrimonio

22 Giugno 2017 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Sono stati ventuno gli istituti scolastici secondari di secondo grado che hanno partecipato alla seconda edizione del concorso per le scuole della Città Metropolitana di Napoli ‘Cittadini del sito UNESCO’. L’iniziativa, ideata e realizzata nell’ambito della promozione della realizzazione di eventi di approfondimento che fa capo all’Osservatorio del Centro storico di Napoli, ha avuto per questa edizione il tema dei “mestieri del patrimonio”

Le scolaresche che hanno partecipato al “ConCorso” – inteso come strumento di studio, confronto e dialogo più che di competizione – hanno prodotto dei cortometraggi dalla durata massima di 10 minuti sul tema dei “Mestieri del Patrimonio”.  Questa particolare categoria, che si adotta dal lessico del Piano generale Educazione e Ricerca del MiBACT, comprende sia le tracce degli antichi mestieri che permangono nel contemporaneo nei tessuti urbani (artigiano, agricoltore, soldati, artisti, trasportatori, viaggiatori, sacerdoti e governanti, studiosi e quant’altro colpisca l’attenzione di docenti e studenti) che le attività necessarie alla conservazione ed al restauro del patrimonio.

Gli studenti, indirizzati dai docenti, hanno potuto cogliere aspetti di particolare valore messi in luce dalle tematiche affrontate, comprendenti uno o più beni, materiali o immateriali, che ricadono nell’esperienza quotidiana degli stessi ragazzi,  considerati in relazione ai siti UNESCO e alla loro storia.

La premiazione del ConCorso si è tenuta alla fine dello scorso maggio al Maschio Angioino, alla presenza delle istituzioni e delle scolaresche provenienti da Napoli, Ercolano,Pompei, Portici, Torre Annunziata, Torre del Greco e Trecase.