Home / Italia Patrimonio Mondiale / La primavera a Genova si apre con i Rolli Days 2019

La primavera a Genova si apre con i Rolli Days 2019

La primavera di Genova si illumina con lo splendore dei Rolli Days 2019: riaprono le porte dei palazzi dell’aristocrazia genovese, che Rubens definì “un esempio di bellezza e magnificenza per tutta Europa” e che dal 2006 sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
In questa prima edizione 2019, il tema principale sarà raccontare come la presenza delle grandi famiglie dell’aristocrazia, proprietarie dei Palazzi dei Rolli, abbia definito la “forma della città” in tutto il suo territorio, dall’antico centro storico alla costa, alle vallate.

Una unica, grande, narrazione – costituita dalle vicende relative alle famiglie aristocratiche genovesi – creerà un filo rosso che tiene unite le ville di Sampierdarena e Cornigliano, l’Abbazia del Boschetto e la Certosa di Rivarolo in Val Polcevera, e il vasto e ramificato sistema dei Palazzi dei Rolli, aperti al pubblico nel tessuto del centro storico genovese.
Una narrazione che raggiunge la Valpolcevera, un asse viario strategico e vitale per il mantenimento del benessere della città di Genova fin dai tempi della romana Via Postumia; Un collegamento fra Genova e il Nord Italia che da sempre rappresenta un’arteria fondamentale per la città, e che con questa edizione dei Rolli Days conferma la sua centralità.

Per l’edizione di Maggio 2019 saranno aperti più di 25 palazzi. Saranno visitabili inoltre una decina di edifici monumentali, fra ville ed edifici religiosi.

Un “evento speciale” sarà dedicato all’Abbazia del Boschetto, che sarà visitabile in esclusiva dopo un lungo e importante intervento di restauro. Il complesso monastico cistercense nato nel XIV secolo in una posizione strategica in alto sulla Val Polcevera, nei secoli vedrà intervenire molte famiglie dell’aristocrazia genovese nella sua decorazione, dai Grimaldi agli Spinola, ai Doria, ai Lercari. Proviene dall’Abbazia il pregevole apparato effimero per le quarant’ore in tela “blu di Genova” (antenata, seppur diversa, del moderno jeans), oggi interamente conservato presso il Museo Diocesano di Genova.

Sarà visitabile inoltre la Certosa di San Bartolomeo di Rivarolo, complesso certosino sorto nel 1297 e rinnovato nel Cinquecento. Molte cappelle furono acquisite e decorate da importanti famiglie cittadine che si fecero interpreti di committenze artistiche d’alto profilo. Si pensi ai magnifici portali in pietra nera, opera di scultori ticinesi di fine XV secolo, che adornavano la cappella Doria e la gemella, detenuta dagli Spinola: rimossi durante il XIX secolo, sono oggi parte del patrimonio del Victoria and Albert Museum di Londra.

Durante il weekend, saranno aperte al pubblico anche alcune ville di Sampierdarena e Cornigliano. Le stesse famiglie dell’aristocrazia genovese proprietarie dei palazzi dei Rolli patrimonio UNESCO, infatti, fecero costruire splendide ville nei dintorni della città, decorate dagli stessi grandi artisti attivi in città, spesso affacciate sul mare e impreziosite da raffinati giardini. Anche in queste splendide residenze venivano accolti sovrani, cardinali e ambasciatori, di passaggio a Genova durante la bella stagione.

Come ogni anno, la visita alle strutture aperte per i Rolli Days sarà facilitata dalla presenza di divulgatori scientifici, che illustreranno le storie di arte, cultura e vicende genovesi che sono racchiuse fra gli affreschi, le decorazioni e le straordinarie architetture aperte al pubblico. La scelta di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Università di Genova e Comune di Genova è infatti quella di valorizzare la professionalità e le competenze di giovani studiosi, selezionati attraverso un apposito bando, creando una occasione di lavoro e di esperienza che li riconosce come professionisti della cultura. Alla scadenza del 15 febbraio, oltre 1000 giovani studiosi si sono candidati da tutta Italia per poter raccontare il patrimonio UNESCO di Genova.

Rolli Days Genova 2019 è un evento promosso e patrocinato da Comune di Genova, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Camera di Commercio di Genova, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Segretariato Regionale della Liguria, Associazione dei Rolli della Repubblica Genovese; in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova (Scuola di Scienze Umanistiche, Scuola Politecnica – Dipartimento di Scienze per l’Architettura).
Saranno inoltre disponibili le visite guidate condotte dalle guide turistiche abilitate, su itinerari specifici che offriranno occasioni di approfondimento. Le visite saranno presto acquistabili online: visitgenoa.it

About Direzione Rivista Siti Unesco

Check Also

Aquileia Film Festival ai nastri di partenza: si parte il 23 luglio, la chiusura affidata ad Alberto Angela

Sta scaldando i motori la macchina organizzativa dell’Aquileia Film Festival, la rassegna di cinema arte …