Home / Categorie / Politiche Culturali / Notizie dal Centro del Patrimonio Mondiale / MAB UNESCO per preservare la biodiversità. Due nuove riserve italiane inserite nella rete

MAB UNESCO per preservare la biodiversità. Due nuove riserve italiane inserite nella rete

Il programma UNESCO Man and the Biosphere (MAB) ha aggiunto 18 nuovi siti in 12 paesi alla Rete Mondiale delle Riserve della Biosfera, che conta 701 riserve della biosfera in 124 paesi in tutto il mondo.

Il Consiglio internazionale di coordinamento dell’Unità Man and the Biosphere Program (MAB-ICC) riunitosi a Parigi dal 17 al 21 giugno ha approvato questi nuovi ingressi, unitamente all’estensione di otto riserve della biosfera esistenti, che nella maggior parte dei casi hanno portato anche a un cambiamento nella loro nomenclatura ufficiale.

Il Regno di Eswatini si unisce alla rete MAB quest’anno con l’iscrizione del suo primo sito, Lubombo Biosphere Reserve. L’iscrizione di Nordhordland segna il rinnovato impegno della Norvegia per il programma della biosfera, 22 anni dopo il ritiro, l’unico altro sito, la riserva della biosfera di Northeast Salvbard.

Audrey Azoulay, Direttore Generale dell’UNESCO, ha dichiarato: “C’è una pressante necessità di agire per la biodiversità, per il nostro patrimonio ambientale. Dopo aver analizzato quanto sia importante la questione in gioco, evidenziata dalla recente relazione della Piattaforma Intergovernativa per la scienza e la politica sui servizi per la biodiversità e l’ecosistema (IPBES), la vitalità della rete mondiale di riserve della biosfera ci dà motivo di speranza. Ogni riserva della biosfera dell’UNESCO è un laboratorio a cielo aperto per lo sviluppo sostenibile, per soluzioni concrete e durature, per l’innovazione e le buone pratiche. Sigillano una nuova alleanza tra il mondo della scienza e della gioventù, tra gli umani e l’ambiente. “

Le riserve della biosfera dell’UNESCO cercano di riconciliare l’attività umana con la conservazione della biodiversità attraverso l’uso sostenibile delle risorse naturali. Ciò riflette l’obiettivo principale dell’UNESCO di promuovere pratiche innovative di sviluppo sostenibile e combattere la perdita di biodiversità accompagnando le comunità e gli Stati membri nel loro lavoro per comprendere, apprezzare e salvaguardare l’ambiente di vita del nostro pianeta.

Due le Riserve in territorio italiano inserite nel MAB UNESCO: la Riserva delle Alpi Giulie e quella del Po Grande.

Le altre:

Lower Mura Valley Biosphere Reserve in Austria, Lubombo Biosphere Reserve, Eswatini, in Africa,

Saleh-Moyo-Tambora “SAMOTA” Biosphere Reserve in Indonesia, Togean Tojo Una-Una Biosphere Reserve in Indonesia)

Julian Alps Biosphere Reserve (Italy)

Po Grande Biosphere Reserve (Italy)

Kobushi Biosphere Reserve (Japan)

Gangwon Eco-Peace Biosphere Reserve (Republic of Korea)

Yeoncheon Imjin River Biosphere Reserve (Republic of Korea)

Nordhordland Biosphere Reserve (Norway)

Roztocze Biosphere Reserve (Poland)

Lake Elton Biosphere Reserve (Russian Federation)

Alto Turia Biosphere Reserve (Spain).

La Siberia Biosphere Reserve (Spain).

Valle del Cabriel Biosphere Reserve (Spain)

Vindelälven-Juhtatdahka Biosphere Reserve (Sweden)

Voxnadalen Biosphere Reserve (Sweden)

Isle of Wight Biosphere Reserve (United Kingdom)

About Direzione Rivista Siti Unesco

Check Also

Il 30 aprile nel mondo all’insegna del Jazz!

Organizzata dall’Unesco, l’edizione 2019 della Giornata internazionale del Jazz prevede spettacoli, conferenze, eventi all’insegna di …