La Russia ribadisce il suo impegno in Siria

La Russia ribadisce il suo impegno in Siria

30 Giugno 2016 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Il ministro della Cultura russo, Vladimir Medinsky, e il vice direttore dell’UNESCO, Francesco Bandarin, hanno discusso di una strategia per il recupero del patrimonio culturale della Siria e il ruolo della Russia in questo processo.

Nel mese di marzo le truppe siriane, sostenute dalla Russia, hanno liberato l’antica città siriana di Palmyra, in parte distrutta dai militanti islamici. Palmyra è uno dei sei siti Patrimonio Mondiale dell’Unesco in Siria. Gli esperti russi di cultura, architettura e restauro sono attesi in Siria nel mese di luglio. “Il viaggio di esperti russi sarà un passo preparatorio nel quadro della missione dell’Unesco. Una delle questioni all’ordine del giorno è quella di accedere alle attuali possibilità tecniche”, ha detto Medinsky durante un incontro a Mosca.

I partecipanti alla riunione hanno convenuto sulla necessità di salvare i monumenti in rovina grazie a uno sforzo congiunto. Bandarin ha sottolineato l’importanza di lavorare con la Russia in questo settore, dal momento che gli obiettivi dell’UNESCO e di Mosca sono “gli stessi”. Nel mese di settembre, l’UNESCO invierà un’altra missione in Siria finanziata dall’Ue, che includerà diversi esperti internazionali.

Fonte: AGV NEWS