Semana Santa di Siviglia, viaggio fra le eccellenze architettoniche UNESCO

Semana Santa di Siviglia, viaggio fra le eccellenze architettoniche UNESCO

24 Marzo 2016 Off Di Direzione Rivista Siti Unesco

Siviglia: folklore e tradizione, ma anche ricco patrimonio architettonico con numerosi edifici dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco fra le attrazioni dell’elegante città spagnola.

Capoluogo  dell’Andalusia ed anima della Regione, Siviglia è soprattutto l’incarnazione del famoso modo di vivere andaluso e dove si celebra la maestosa e storica Semana Santa, la Settimana Santa, e dove si svolge la Feria de Abril, entrambe dichiarate di Interesse Turistico Internazionale.

La Semana Santa di Siviglia è l’appuntamento più importante della città. Questo tradizionale evento religioso, nato nel XVII secolo, si svolge dalla Domenica delle Palme fino alla Domenica di Pasqua: ogni giorno per le strade di Siviglia si organizzano solenni processioni in cui sfilano grandi statue, maestosamente addobbate, provenienti da diverse chiese e che devono raggiungere la cattedrale.  Fra le più note, c’è la statua della Virgen de La Macarena: la confraternita della Macarena effettua il lungo cammino di penitenza nella notte tra il Giovedì e il Venerdì Santo.

Situata sulle rive del fiume Guadalquivir, Siviglia ha un ricco patrimonio architettonico arabo tra cui il minareto della Giralda (ora campanile della cattedrale), con numerosi edifici dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, e quartieri dal profondo sapore popolare come Triana e La Macarena. Il suo patrimonio architettonico include la Casa de Pilatos, la Torre del Oro, il Palazzo Alcázar, il Palazzo Comunale, l’Archivio delle Indie, il Museo delle Belle Arti, conventi, pievi e palazzi.

Spettacolare la cattedrale di Siviglia (la più grande cattedrale gotica del mondo, ed il terzo edificio religioso per dimensione dopo la basilica di San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Saint Paul a Londra), ricavata sul terreno di una precedente moschea araba. All’interno della cattedrale si trova la tomba di Cristoforo Colombo: una sepoltura monumentale scolpita da Arturo Melida in stile tardo romantico sorretta da 4 grandi figure allegoriche che rappresentano i regni di León, Castiglia, Aragona e Navarra.

Al suo interno la Cattedrale ospita numerosi quadri di importanti pittori spagnoli, che ne fanno una delle più ricche pinacoteche della Spagna.

Un’altra curiosità è legata a questa cattedrale: la Carmen di Bizet è ambientata a Siviglia e il primo atto si svolge proprio davanti al portale di questa maestosa struttura.

Fonte: vallesabbianews.it